L’oro verde di Monteleone Sabino per la Sagra della bruschetta

Un olio extravergine di oliva fra i più prelibati di tutto lo stivale, che si ottiene ancora con la lavorazione “a freddo” e con la cura maniacale di un tempo.

In provincia di Rieti, domenica 20 novembre torna la Sagra della Bruschetta, un piatto tipico della tradizione contadina che si basa su ingredienti poveri e semplici.

Saranno proposte visite guidate nel frantoio biologico del paese, che mostreranno la lavorazione dell’olio con le macine di pietra: le ruote delle macine frantumeranno le olive riducendole in una pasta composta dalla polpa e dal nocciolo ormai sbriciolato; quindi l’esperto frantoiano stabilirà il giusto grado di frammentazione delle olive, e disporrà l’impasto ottenuto a strati sui fiscoli – dei dischi tessuti con corde – per poi procedere alla pigiatura in apposite presse.

Sarà possibile degustare gratuitamente il nuovo olio, conoscerne la lavorazione e acquistarlo direttamente dai produttori: lo scorso anno in più di 5.000 parteciparono a questa giornata, acquistando oltre 500 litri di olio. L’oro verde della Sabina sarà poi in buona compagnia con il vino novello e i piatti tipici cucinati dalla Pro-Loco all’interno di un ampio spazio coperto, il tutto in attesa del momento culminante della festa, la caratteristica sfilata del filone di pane lungo 20 metri con la distribuzione gratuita delle bruschette.

Prenota ora l'hotel più vicino!

Autore

Potrebbe interessarti anche...